Sostanze cancerogene nei farmaci, EMA: test su medicinali a rischio

Mpd

Roma, 26 set. (askanews) - Il comitato per i medicinali per uso umano dell'EMA (CHMP) ha chiesto in via precauzionale che i titolari di autorizzazioni all'immissione in commercio di medicinali per uso umano contenenti sostanze attive sintetizzate chimicamente riesaminino i loro medicinali per la possibile presenza di nitrosammine - di cui fa parte la N-nitrosodimetilammina (Ndma) causa dell'allerta lanciata dall'Aifa sui farmaci a base di ranitidina - e testino tutti i prodotti a rischio. Se vengono rilevate nitrosammine in uno qualsiasi dei loro medicinali - avverte Ema - i titolari delle autorizzazioni all'immissione in commercio devono informare tempestivamente le autorità affinché possano essere intraprese adeguate azioni normative.

Un notice in tal senso è stata inviata ai titolari delle autorizzazioni all'immissione in commercio con informazioni sulle azioni da intraprendere. Un documento con domande e risposte è disponibile anche sul sito web dell'EMA.

(Segue)