Sostegni bis, Draghi: decreto che non lascia indietro nessuno

·1 minuto per la lettura
featured 1342952
featured 1342952

Roma, 20 mag. (askanews) – “Oggi il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto Imprese, lavoro, giovani, sanità, territorio, servizi territoriali. È un decreto in parte diverso dal passato perché guarda al futuro, guarda a un paese che si riapre, ma nello stesso tempo non lascia indietro nessuno”: lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, in conferenza stampa dopo il Consiglio dei ministri che ha dato il via libera al dl Sostegni bis.

“Il decreto di oggi: sono circa 40 miliardi, di cui 17 vanno per Sostegni a imprese e professioni, 9 vanno di nuovo alle imprese per aiuti sul credito e la liquidità, 4 vanno ai lavoratori e alle fasce in difficoltà, in parte per supplire alla continua situazione di emergenza in cui si trovano le fasce più deboli, in parte per accompagnare i lavoratori in un processo nei prossimi mesi che sarà complicato”, ha sottolineato Draghi.

“Ci aspettiamo che la nostra economia abbia un rimbalzo già in questo trimestre, quindi le cifre di crescita di quest’anno probabilmente saranno riviste al rialzo e altrettanto si pensa faranno gli altri paesi europei”, ha aggiunto.

Immagini Palazzo Chigi Youtube

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli