Sostenibilità, al via il nuovo piano 2022-2024 della Bcc Roma

(Adnkronos) - Promuovere un modello di business sostenibile basato sui 17 obiettivi delle Nazioni Unite, puntando in particolare su tre aspetti: sociale, ambientale e di governance. È questa la finalità del Piano di Sostenibilità 2022-24 approvato da Bcc Roma, che nel suo percorso prevede il raggiungimento di almeno 44 obiettivi, in linea anche con le raccomandazioni della Capogruppo Iccrea.

Tutto ciò si inserisce in un’azione green che la Banca ha iniziato da tempo e che ha già portato risultati considerevoli come la riduzione dei consumi di carta e delle relative emissioni di CO2 attraverso la diffusione della firma grafometrica (73% della clientela totale), le campagne di attivazione dell’home banking (67% dei clienti) e dell’app relax, canale preferito dalla clientela con l’86% di accessi nel 2022, la dematerializzazione delle comunicazioni alla clientela con adesione triplicata dal 2021, l’utilizzo di carta riciclata (98,2%) e di energia da fonti rinnovabili (100%).

“Attenzione all’ambiente, mutualismo e inclusione sociale sono da sempre linee guida imprescindibili per la Bcc di Roma, che spesso privilegia forme di finanziamento non convenzionali come il microcredito e altre che garantiscono anche alle fasce più deboli di avere accesso ai finanziamenti”, ha detto il presidente di Bcc Roma Maurizio Longhi, sottolineando la soddisfazione per il nuovo Piano di sostenibilità, “che sono certo saprà portare un valore aggiunto dentro e fuori la nostra grande cooperativa di credito”.

Nel comparto del Risparmio Gestito la Banca, già da diversi anni, promuove linee di gestione Esg, denominate etiche. Nella raccolta complessiva delle Gestioni Patrimoniali Bcc Roma, oltre 8 prodotti su 10 (87%) sono sostenibili, in linea cioè con gli obiettivi Esg. Al 30 settembre le Gestioni Patrimoniali etiche hanno raggiunto quota 390,9 milioni e 8.700 contratti, pari al 62% delle linee gestite direttamente dalla Banca.

Con il nuovo Piano, Bcc Roma intende ampliare l’azione di riduzione delle emissioni, ponendosi diversi obiettivi: ridurre l’uso della plastica attraverso il progetto di installazione di distributori di acqua nelle sedi della Banca; diminuire sempre più il consumo di carta attraverso campagne di sensibilizzazione interna e diffusione dei sistemi digitali; ridurre l’inquinamento atmosferico con l’individuazione di progetti di mobilità sostenibile (es. carpooling).

Dal punto di vista sociale, gli obiettivi che si è posta Bcc Roma prevedono il potenziamento dell’attività di consulenza per favorire la transizione ecologica e valorizzare il territorio attraverso prodotti, servizi dedicati e iniziative per clienti, fornitori e terzo settore. Ma anche un impegno crescente a valorizzare la parità di genere. Attualmente dei 1.464 dipendenti, il 43% sono donne e il 46% dei neoassunti nell’ultimo biennio è di genere femminile. Nei confronti di tutti i dipendenti, inoltre, si stanno definendo misure di conciliazione vita-lavoro e iniziative di formazione volte ad incrementare il benessere della popolazione aziendale.

Un’iniziativa concreta prende il via proprio in questi giorni, in linea con gli obiettivi sociali del Piano. Riguarda il progetto 'Genitori che nascono, genitori che crescono', realizzato in partnership con Lifeed, società specializzata nella gestione di progettualità afferenti al benessere del dipendente. Si tratta di un nuovo programma 'pilota' sulla genitorialità, fortemente voluto dalla Banca, che ha come obiettivo quello di acquisire consapevolezza delle abilità sviluppate durante la cura della propria famiglia e fornire strumenti per trasformare le esperienze di vita in capacità spendibili anche nell’attività lavorativa. Rivolti, invece, a tutte le risorse umane Bcc Roma i webinar realizzati sempre in collaborazione con Lifeed: il primo, giovedì 24 novembre, dal titolo Come sviluppare l’attenzione anche quando hai poco tempo.