Sostenibilità: in Calabria il riso 'aiuta' le cicogne

webinfo@adnkronos.com

Riso e cicogne, un connubio molto importante, anzi fondamentale, poiché le risaie sono l’habitat elettivo di questa specie. Lo sa bene Magisa, azienda che produce riso in maniera tradizionale e sostenibile, le cui risaie ricadono nell’areale riproduttivo della cicogna bianca dove, da oltre 15 anni, la sezione Lipu di Rende è impegnata nel progetto "Cicogna bianca Calabria", volto a favorire il ritorno di questa specie. 

La presenza di 15 coppie di cicogne in questa area, su 23 presenti in Calabria, certificano la qualità ambientale dell'azienda che diventa alleata dell'associazione ambientalista. I volontari della Lipu di Rende hanno stipulato un accordo di collaborazione con l’azienda risicola con l’obiettivo di creare una sinergia per la tutela del territorio e della biodiversità e sostenere l’agricoltura eco-sostenibile a basso impatto ambientale. 

La sfida per i prossimi anni sarà quella di creare una popolazione “calabrese” di Cicogna bianca di 30-40 coppie nidificanti. Grazie anche al lavoro della Lipu di Rende (600 ore l’anno dedicate al progetto tra realizzazione e installazione di piattaforme, attività di monitoraggio e sorveglianza nidi, divulgazione e sensibilizzazione naturalistica nelle scuole e tra la comunità locale) la Cicogna bianca è tornata in Calabria, dopo un'assenza di oltre 500 anni.  

Fondamentale è la collaborazione e la sinergia con le aziende. Basti pensare che è grazie alla collaborazione con E-Distribuzion che sono stati installati i 'nidi artificiali', una sorta di piattaforme circolari in legno posizionate sui tralicci e pali elettrici.