Sostenibilità: Frutti Antichi d'autunno, rassegna piante e fiori dimenticati

webinfo@adnkronos.com

Nel segno della biodiversità e della tradizione, i vivaisti italiani presentano varietà di Frutti Antichi d’autunno: sabato 5 e domenica 6 ottobre il Castello di Paderna a Pontenure (PC) ospita la 24esima edizione d’autunno della rassegna di piante, fiori e frutti dimenticati, prodotti di alto artigianato e dell’agricoltura, promossa dal Fai - Fondo Ambiente Italiano e realizzata in collaborazione con il Castello di Paderna e il Comitato Fai di Piacenza.  

In omaggio al proprio nome, la manifestazione, tra le più longeve d’Italia tra quelle dedicate al florovivaismo, celebra la grande biodiversità frutticola italiana presentando specialità di frutti antichi, coltivati tutelando l’ambiente e recuperando tipologie agricole e vegetali in via di estinzione.  

Rilevante è inoltre la rappresentanza dei viticoltori piacentini, che presentano l’Ortrugo, vino bianco prodotto da un antico vitigno autoctono, recuperato e vinificato secondo metodi tradizionali.  

Non mancano le testimonianze e gli incontri sui temi dell’agricoltura, le riflessioni su cosa vuol dire 'frutto antico', come si arriva a catalogarlo, propagarlo e infine venderlo, gli stand degli ortolani, le creazioni uniche di artigiani professionisti, gli appuntamenti con esperti e ricercatori sul mondo del florovivaismo, i laboratori per grandi e piccoli e le conversazioni sull’ambiente e l’alimentazione.  

Tantissime le antiche e rare varietà di fruttiferi e piante a fioritura autunnale da ammirare o acquistare.  

I fondi raccolti saranno destinati alla valorizzazione del Centro Nazionale di Studi Leopardiani, Orto sul Colle dell’Infinito a Recanati (MC).