Sostenibilità: 'Ricostruiamo Amatrice', Epson sostiene il progetto

webinfo@adnkronos.com

Nell'ambito della propria attività di responsabilità sociale d'impresa, Epson sostiene il Forma Mentis InnovAction Award 2020 "Ricostruiamo Amatrice", l'iniziativa organizzata dall'azienda Forma Mentis di Milano con l'obiettivo di coinvolgere gli studenti delle scuole superiori per sviluppare, attraverso un concorso di idee, progetti innovativi dedicati alla ricostruzione della città. E per questo mette a disposizione la propria tecnologia di stampa per la riproduzione delle mappe.  

In questa occasione l'azienda giapponese, infatti, mette a disposizione dei partecipanti, in questa prima fase, la propria tecnologia di stampa, uno standard di qualità a livello internazionale, per il settore della progettazione. Nello sviluppo dell'iniziativa, Epson individuerà le migliori tecnologie per supportare i ragazzi nelle ulteriori fasi del progetto, dalla gestione collaborativa alla presentazione. 

Settanta le mappe di Amatrice che riceveranno i ragazzi chiamati a lavorare sul progetto che avranno così tutte le informazioni utili per immaginare la "nuova" Amatrice.  

L'obiettivo è stimolare la riedificazione da parte delle istituzioni tenendo conto della riqualificazione e conservazione del patrimonio storico, della gestione del rischio e della riprogettazione di servizi e strutture. I progetti dovranno mantenere, con uno sguardo al futuro, 'l'anima' del paese in un equilibrio tra innovazione, sostenibilità, sicurezza e valorizzazione del territorio.  

"Epson come società persegue gli obiettivi posti dall'Onu, i Sustainable Development Goals, che rappresentano per noi una sorta di bussola nello sviluppo del business - afferma Luca Cassani, responsabile Csr di Epson Italia - In questa iniziativa la nostra attenzione è sul mondo della scuola e nello specifico la nostra attività ha come obiettivo quello di perseguire l'Sdg 4 che promuove la formazione di qualità oltre a quello legato alla sostenibilità delle città e delle comunità, l'Sdg 11". 

L'iniziativa prevede sei mesi di formazione e progettazione e si concluderà con la presentazione dei lavori realizzati dagli studenti e la premiazione dei migliori elaborati a maggio 2020 a Roma.