Sostenibilità: Saturdays for Future, Granarolo contro lo spreco

webinfo@adnkronos.com

Distribuzione gratuita di prodotti 'a data corta', consigli per conservare più a lungo i prodotti, ricette anti-spreco, laboratori di recupero e riuso degli imballaggi. Così Granarolo aderisce all’iniziativa Saturdays for Future promossa da Asvis, l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, di contribuire a migliorare le abitudini di spesa, con l'obiettivo di trasformare il sabato nel giorno di sensibilizzazione e impegno per la produzione e il consumo responsabili a favore dello sviluppo sostenibile. 

E così, negli spacci Granarolo a Bologna, Castelfranco Emilia e Gioia del Colle, nelle giornate di sabato dal 28 settembre al 30 novembre ci sarà la distribuzione gratuita e fino a esaurimento scorte di un prodotto a data corta. Gli spacci sono market del fresco a libero servizio nati per i dipendenti Granarolo ma dove anche i consumatori privati possono fare acquisti orientati a evitare lo spreco grazie a un risparmio sul prezzo a scaffale su oltre 50 prodotti a scadenza ravvicinata presenti ogni giorno in apposite aree promozionali last minute.  

In prossimità degli spacci le famiglie potranno partecipare a laboratori gratuiti di recupero del packaging dei prodotti: basta portare una bottiglia del latte o un vasetto di yogurt o di mascarpone da casa per realizzare borracce, ciotole da viaggio per cani e gatti, portasacchetti e casette per gli uccellini. Inoltre, una campagna social fornirà suggerimenti e qualche segreto per far durare più a lungo i prodotti e il frigorifero e ricette anti-spreco.  

“Consumare in modo consapevole e responsabile significa, in primo luogo, evitare lo spreco, ridurre al minimo i rifiuti, riciclare e scegliere in modo responsabile i prodotti che si acquistano, guardando alla sostenibilità del nostro modello di sviluppo - dice il portavoce dell’Asvis Enrico Giovannini - Il cambio di abitudini potrà innescare un processo virtuoso, incidere positivamente sui modelli di produzione e rendere le aziende più responsabili e più sostenibili, non solo sul piano ambientale ma anche su quello sociale, in primo luogo verso i propri dipendenti”. 

Per Gianpiero Calzolari, presidente di Granarolo, "sempre più il consumatore dovrà essere complice della sostenibilità di agricoltori e allevatori. Ognuno di noi sarà sul campo o in stalla quando sceglierà un prodotto a scaffale. L’innovazione può cambiare le nostre vite e dare un contributo importante al raggiungimento dei goal, innovazione portata nei campi e nelle industrie, a casa e in vacanza. Dobbiamo rompere le dighe insieme".