Sotto accusa in Francia il dottore dell'idrossiclorochina

·1 minuto per la lettura

AGI - Il medico francese Didier Raoult, controverso sostenitore della cura contro il Covid-19 a base di idrossiclorochina, dovrà rispondere all'Ordine dei medici francesi, che lo accusa di essere venuto meno ai suoi doveri utilizzando trattamenti non autorizzati.

Raoult, che dirige l'istituto ospedaliero-universitario Méditerranée Infection a Marsiglia, ha suscitato molte polemiche nel mondo scientifico francese e internazionale e il provvedimento disciplinare è stato avviato in seguito al ricorso presentato in luglio dalla Società di patologia infettiva di lingua francese, Spilf, ma anche a molte segnalazioni di medici e pazienti, come riferisce la stampa francese.

La Camera disciplinare regionale dell'Ordine dei medici è presieduta da un magistrato amministrativo e può comminare sanzioni che vanno da un semplice avviso alla radiazione dall'albo. Il procedimento sarà però lungo e nessuna decisione potrà essere presa prima dell'anno prossimo. Il difensore di Raoult considera scontato che il medico sarà scagionato da ogni accusa, e si chiede polemicamente se il consiglio dell'Ordine dei medici non abbia di meglio da fare in questo momento di emergenza Covid.

Dall'inizio della pandemia, la squadra di medici guidata dal professor Raoult conduce test clinici sull'idrossiclorochina a Marsiglia, sostenendo l'efficacia del rimedio normalmente utilizzato contro la malaria. L'Oms e molti scienziati ne contestano invece l'utilizzo, che non ha seguito i protocolli scientifici consueti.