Sotto la lente degli investigatori le plusvalenze dell'Inter per la compravendita dei giocatori

·1 minuto per la lettura

AGI - È sulle cessioni realizzate dall'Inter che hanno generato plusvalenze senza che però vi fosse passaggio di denaro che si concentrano gli inquirenti milanesi che indagano per falso in bilancio per presunte irregolarità commesse nella contabilizzazione di queste operazioni negli esercizi 2017-2018 e 2018-2019 del club nerazzurro.

Un aspetto legato al meccanismo della “Stanza di Compensazione” previsto dal regolamento del calciomercato italiano e che viene utilizzato non solo dall'Inter ma da molte altre società di Serie A, Serie B e Lega Pro. 

In particolare, lo strumento permette di “congelare” il passaggio di denaro legato al trasferimento di un giocatore da un club a un altro e di sostituire l'importo, spesso milionario, con un sistema debiti e crediti.

L'ipotesi investigativa al vaglio degli investigatori della Guardia di Finanza, coordinati dai pm Giovanni Polizzi e Giovanna Cavalleri, è che questo tipo di operazione possa incidere sulla correttezza della voce ricavi del bilancio societario.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli