Sottosegretari, partita da chiudere

webinfo@adnkronos.com

"Il Consiglio dei ministri è convocato in data odierna alle ore 9.30 a Palazzo Chigi, per l'esame del seguente ordine del giorno: nomina dei sottosegretari di Stato; varie ed eventuali". Così un comunicato della Presidenza del Consiglio, che annuncia la chiusura della partita dei sottosegretari e il completamento del 'sudoku' del sottogoverno. Sui sottosegretari "si chiude adesso", ha quindi confermato il ministro dei Rapporti con il Parlamento, Federico D'Incà, arrivando a Palazzo Chigi. 

"Tutto procede regolarmente", la rassicurazione arrivata ieri sullo stallo del governo giallorosso da parte di fonti parlamentari del M5S che sottolineavano la "volontà di chiudere il prima possibile", ma anche che la selezione dei profili migliori in casa 5S sarebbe stata esclusiva del capo politico Luigi Di Maio. In queste ore si è ragionato soprattutto sulle deleghe da assegnare: dalle telecomunicazioni (che potrebbero rimanere in capo al titolare del Mise Stefano Patuanelli; in alternativa si fa il nome di Emilio Carelli) all'editoria (che invece dovrebbe andare ai dem).Si arriva dunque allo sprint finale. D'altra parte il premier Giuseppe Conte già mercoledì aveva sollecitato le forze politiche a stringere i tempi e ieri, dopo il Cdm, a Palazzo Chigi sono rimasti con il premier sia Dario Franceschini che Luigi Di Maio.