Sottosegretario alla Salute: "Stretta a Pasqua, no chiusure generalizzate"

·1 minuto per la lettura
Covid
Covid

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ha anticipato che dalla prossima settimana ci saranno nuove regioni in zona rossa e confermato la stretta in vista delle vacanze di Pasqua. Si è inoltre detto contrario a stop generalizzati preferendo chiusure e controlli laddove si rendono necessari.

Sileri: “Nuove regioni in zona rossa”

Intervistato dalla Stampa, l’esponente pentastellato ha affermato che, se è vero che da una parte la zona gialla non ha effetti di contenimento, “mettere delle misure restrittive uguali in tutta Italia non mi sembra utile“. Meglio restrizioni a livello locale che vadano a circoscrivere le zone più colpite perché a suo dire strette generalizzate finirebbero per toccare situazioni dove ci sono andamenti positivi, come in Sardegna.

Il contenimento proposto è il medesimo vissuto sotto Natale anche se quello era comunque un periodo diverso con quindici giorni di shopping, incontri familiari, e alto rischio di incontri tra le mura domestiche. Nelle prossime settimane invece la situazione sarà diversa e. Quanto al blocco nei weekend, ha dichiarato che aiuta a impedire gli assembramenti “ma quello si può fare anche aumentando i controlli“.

Ha inoltre invitato a resistere per altre quattro settimane, un tempo utile per vedere i primi benefici delle vaccinazioni. Negli ultimi dieci giorni ,ha spiegato, c’è stato un impulso positivo e l’importante è ora accelerare con un altro milione e mezzo di dosi a settimana. “A quel punto si potrà davvero vedere la luce in fondo al tunnel“, ha aggiunto.