De Sousa: Europa è essenziale per l'equilibrio del mondo

Pat

Bologna, 13 nov. (askanews) - "Contro le cicliche mode di tutte le dittature" e "contro i ricorrenti discorsi mediatici" è necessario ribadire che "l'Europa è essenziale per l'equilibrio del mondo" e che "siamo europei non per un destino geografico, ma per un'opzione culturale". A dirlo è stato il presidente della Repubblica portoghese, Marcelo Rebelo de Sousa, nel giorno in cui ha ricevuto a Bologna il Sigillum magnum, la massima onorificenza dell'università.

Parlando a braccio, nel suo breve intervento, il presidente portoghese ha ricordato che "siamo tutti diversi, non ci sono portoghesi puri, così come non ci sono europei puri. Siamo tutti il risultato di convergenza di culture e civiltà. L'Europa è grande perché è una piattaforma tra culture e civiltà, continenti e oceani". È così che, secondo de Sousa "è stato costruito anche il Portogallo, progettando lungo il mare la propria lingua fino a raggiungere 400 milioni di lusofoni, di persone che parlano portoghese nel mondo".

"Siamo europei non per destino geografico ma per una opzione culturale - ha aggiunto de Sousa, davanti a una platea di studenti dell'Alma Mater e del presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella -. Sappiamo molto bene che l'Europa è essenziale per l'equilibrio del mondo ed è per questo che la Repubblica portoghese" l'ha inserita "nella Costituzione che io nel '76 da ventenne ho votato e che ho giurato di rispettare e di far rispettare".

(segue)