Spadafora sulla Serie A: "Incrocio le dita affinchè il campionato finisca"

Il giorno dopo l'annuncio della ripresa della stagione calcistica , Vincenzo Spadafora si augura che tutto vada per il meglio. Lo esprime al 'TG5', dove il Ministro dello Sport ha parlato dell'imminente secondo via del 2019/2020.

"La ripartenza della Serie A è un segnale importante, perchè l’Italia sta ripartendo. Adesso è possibile riprendere in sicurezza e nel rispetto della salute di tutti. Per alcuni momenti ho pensato che non potessimo ripartire, nei giorni più difficili, e ancora adesso incrocio le dita, sperando che il campionato possa svolgersi regolarmente sino alla fine ".

"Il mondo del calcio è composto da presidenti e società con approcci differenti, appassionati di questo sport, ma interessati parecchio dal grosso giro di affari ed interessi economici intorno al mondo del calcio. Adesso che l’Italia sta ripartendo, è giusto che anche il calcio possa ripartire. Riformeremo tutto il mondo dello sport".

Spadafora, inoltre, respinge nuovamente le critiche che lo vedevano una delle figure contrarie a far rotolare nuovamente il pallone in Italia.

"Mi sono molto arrabbiato quando un mese fa mi chiedevano di ripartire coi problemi delle terapie intensive o quando trasferivamo le bare sui mezzi del Ministero della Difesa nel picco della pandemia. Ho trovato assurdo mi si chiedesse una data in quel momento, oggi è giusto che anche il calcio possa ripartire".