Spadoni (M5s): condanno commenti sessisti contro Boschi

Pol/Luc

Roma, 22 lug. (askanews) - "Sabato mi ha chiamata La Repubblica. Volevano una battuta in vista di un articolo sui commenti sessisti in rete rivolti a Maria Elena Boschi. Faccio l'intervista. Domenica prendo Repubblica, pagina intera dell'articolo della Casadio. Nemmeno una parola sulla mia intervista, c'era il commento di tutti (Gelmini, Carfagna etc) e della sottoscritta (cioè del M5S) niente di niente. Mi chiedo: perché i giornalisti chiamano e poi non pubblicano? Perché devo perdere il mio tempo con un giornalista quando quel tempo lo potrei investire parlando con un cittadino o facendo qualcosa di più utile?". Così la vicepresidente della Camera e deputata del M5S Maria Edera Spadoni (M5s).

"Non dimentichiamo che Repubblica - prosegue - non ha dato notizia della conferenza stampa in cui il premier Conte annunciava 11 miliardi di investimenti contro il dissesto idrogeologico e non ha riportato nemmeno un'intervista al Ministro dell'ambiente Costa. Ad ogni modo, ecco quello che ho detto: Non leggo i commenti ai post del ministro Salvini ma, se effettivamente ci sono stati commenti offensivi e sessisti, li condanno in toto (come ho sempre fatto). Lo faccio adesso con la collega Boschi così come l'ho fatto con la presidente della Commissione giustizia Businarolo quando Romano, deputato del Pd, le ha detto che non poteva presiedere perché incinta".