Spagna, 34 arresti per traffico di rifiuti verso l'Africa -3-

Fth

Roma, 29 giu. (askanews) - Un italiano di 62 anni era responsabile della trasmissione in dogana dei documenti necessari, falsificando i certificati per far credere che questi dispositivi funzionassero perfettamente, secondo il comunicato stampa. Questi rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche contengono sostanze pericolose per l'ambiente e dannose per la salute umana se non trattate adeguatamente.

Nel suo comunicato stampa, la Guardia Civile ha osservato che nel continente africano questo rifiuto " spesso trattato da bambini, senza alcuna protezione, che maneggiano i dispositivi a mani nude per estrarre principalmente alluminio e rame".