Spagna, accordo lampo fra socialisti e Podemos per coalizione -2-

Mgi

Roma, 12 nov. (askanews) - Un traguardo tutt'altro che facile: se Sanchez intende escludere i partiti nazionalisti e indipendentisti catalani e baschi ne può ottenere al massimo 5; anche arruolando il moderato e non indipendentista Pnv si arriva a 12 e dunque è necessaria almeno l'astensione dei 10 deputati della destra di Ciudadanos, uscita a pezzi dalle elezioni ma non per questo incline a rendere la vita facile al premier socialista uscente.

Sta di fatto che il voto ha costretto Sanchez a scendere a più miti consigli e ad accettare in brevissimo tempo ciò che aveva respinto in mesi di negoziati con Up tanto da preferire il ritorno alle urne: un esecutivo di coalizione e Pablo Iglesias come vicepresidente.(Segue)