Spagna, allevamento illegale di 400 tarantole: uomo denunciato

tarantola sequestro

Allevava 400 tarantole di 49 specie differenti: sono state tutte sequestrate mentre l’uomo è stato denunciato, soprattutto perché le procedure di allevamento violavano diverse leggi. Ci troviamo in Spagna, a Xilxes (Castellòn), nella comunità di Valencia: gli agenti della Guardia Civil si erano da tempo mobilitati per contrastare il traffico abusivo di animali esotici, specie protette e invasive. Una volta entrati nell’appartamento dell’uomo, lo hanno trovato invaso di tarantole.

Spagna, 400 tarantole nell’appartamento

L’allevatore custodiva all’interno della sua abitazione un totale di 400 tarantole di 49 specie tutte differenti: una vera e propria passione nei confronti degli artropodi che lui stesso aveva scelto da tempo di allevare. Le tarantole sequestrate nell’appartamento erano velenose ma fortunatamente non sono mortali per l’uomo. Un blitz della polizia ha finalmente messo fine a questa attività clandestina dell’uomo spagnolo che è stato subito denunciato.

Stava violando diverse leggi regionali e statali pur di prendersi cura di quell’allevamento ben più che illegale: non aveva alcuna licenza, cosa indispensabile per portare avanti questo genere di attività, oltre che a non essere provvisto di alcuna assicurazione per il possesso di animali che potrebbero costituire una fonte di pericolo. Sebbene le 400 tarantole non fossero letali per l’uomo, tutte le 49 specie erano velenose. Sono state sequestrate e a seguito del blitz condotto con successo dalla Guardia Civil della comunità di Valencia, l’uomo è stato denunciato. Una passione difficile da comprendere ma che andava di sicuro contro la legge.