Spagna, Amnesty chiede rilascio immediato di due leader catalani -8-

Red/Coa

Roma, 19 nov. (askanews) - Le sentenze sono state emesse il 14 ottobre. Sette alti dirigenti politici catalani e due leader delle organizzazioni della società civile catalana sono stati riconosciuti colpevoli del reato di sedizione e condannati a pene dai nove ai 13 anni di carcere e al divieto di ricoprire incarichi pubblici. Tre altri dirigenti politici sono stati condannati per il reato di disobbedienza e condannati a una multa e al divieto di ricoprire incarichi pubblici.

Secondo il diritto internazionale, le restrizioni al diritto di manifestazione pacifica devono essere stabilite per legge ed essere necessarie e proporzionali rispetto a uno specifico interesse pubblico. Una manifestazione non perde il suo carattere pacifico perché al suo interno vengono commesse alcune azioni illegali o perché alcuni manifestanti compiono atti di violenza.

Inoltre, quand'anche il comportamento pacifico nella condotta di una manifestazione possa essere sottoposto a determinate limitazioni, queste devono essere stabilite dalla legge. I reati devono essere formulati con sufficiente chiarezza per consentire alle persone di sapere come comportarsi.