Spagna, catalani verso astensione, via libera a governo Psoe-Podemos

webinfo@adnkronos.com

Possibile svolta in Spagna per la formazione del nuovo governo. Il partito catalano Esquerra Republicana (Erc) ha annunciato il proprio sostegno ai socialisti di Pedro Sanchez, che hanno già raggiunto un accordo di coalizione con la sinistra di Unidas Podemos e ottenuto l'appoggio dei nazionalisti baschi del Pnv. L'Erc, che nelle elezioni di novembre ha ottenuto 13 deputati al Parlamento nazionale, potrebbe quindi garantire a Sanchez la maggioranza necessaria per fare uscire la Spagna dall'impasse politico.  

La prima prova parlamentare per il premier incaricato Sanchez ci sarà domenica. Il leader socialista ha bisogno di una maggioranza assoluta di 176 voti, che al momento appare lontana. La Costituzione spagnola prevede però che entro 48 ore si tenga una nuova votazione, nella quale sarà sufficiente la maggioranza semplice. Un obiettivo che Sanchez, con l'appoggio o la probabile astensione dell'Erc potrebbe raggiungere senza problemi. 

Nelle elezioni di novembre, il Psoe di Sanchez è risultato il primo partito, senza però ottenere la maggioranza assoluta dei seggi. Dopo aver consultato tutti i partiti, re Felipe ha affidato a metà dicembre al leader socialista, premier uscente, l'incarico di formare il nuovo governo.