Spagna, chiesti oltre 8 anni di carcere per Shakira per frode fiscale

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 29 lug. (askanews) - L'ufficio del procuratore di Barcellona ha chiesto oltre otto anni di carcere per evasione fiscale contro la star colombiana Shakira, che rifiuta qualsiasi accordo e si dice pronta ad andare in giudizio.

Nel suo atto d'accusa, che l'Afp ha potuto consultare, l'accusa indica anche che chiederà quasi 24 milioni di euro di multa alla cantante, accusata di aver sottratto 14,5 milioni di euro al fisco spagnolo tra il 2012 e il 2014.

Shakira si è dichiarata innocente e ha denunciato una "totale violazione dei suoi diritti" e i "metodi abusivi" dell'accusa. La cantante è "fiduciosa nel fatto che la giustizia le darà ragione".

La procura di Barcellona accusa la cantante di non aver dichiarato il proprio reddito al fisco spagnolo negli anni 2012, 2013 e 2014, quando ha vissuto in Spagna per la sua relazione con il calciatore dell'FC Barcelona Gerard Pique. Shakira, però, ha mantenuto la sua residenza fiscale alle Isole Bahamas, considerate un paradiso fiscale, fino al 2015. Secondo gli avvocati di Shakira fino al 2014 la cantante ha raccolto la maggior parte del suo reddito dai suoi tour internazionali e non ha mai vissuto per più di sei mesi all'anno in Spagna, requisito per stabilire la sua residenza fiscale nel Paese. Shakira sostiene inoltre di aver già pagato 17,2 milioni di euro al fisco spagnolo e che quindi "non ha debiti con il Tesoro da molti anni".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli