Spagna, disabile gettato in un fiume. Fermata baby gang di minorenni

fiume segura

In Spagna, un disabile è stato insultato, maltrattato e poi gettato in un fiume. Fermati 7 giovani facenti parte di una baby-gang, tra cui alcuni minorenni

Spagna, disabile gettato nel fiume da baby gang

A Las Torres de Cotillas, una provincia della Murcia (Spagna), un disabile è stato vittima di maltrattamenti e insulta da parte di una baby gang locale.

I fatti risalgono a metà novembre, quando la vittima costretta a stare in sedie a rotelle, era stata presa di mira in un parco, insultata dai giovani e legato mani e piedi ad una panchina.L’uomo è stato preso di mira anche nella sua abitazione, dove la baby-gang avrebbe rubato gioielli, soldi e orologi di valore, ripulendolo quindi di tutti suoi averi.

Pochi giorni dopo questi eventi, l’uomo ha sporto denuncia alla caserma di Benemerita, ma sulla strada avrebbe incontrato uno dei giovani della gang che lo avrebbe ricattato di ritirare le accuse.Davanti alla resistenza dell’uomo, il giovane insieme ai suoi amici lo avrebbe caricato su un’auto e poi gettato nel fiume Segura, da un’altezza di circa 5 metri.

L’uomo si è salavato miracolosamente ed è riuscito a percorrere i 3 chilometri che lo separavano da casa, nonostante le gelide temperature notturne.
Solo nella giornata di sabato 28 dicembre è scattato l’arresto per la baby-gang da parte della Guardia Civil, e tra i giovani sono risultati alcuni minorenni.

Ora i giovani deliquenti sono sotto la responsabilità del Juzgado de Instrucción di Molina de Segura e della Procura della Repubblica di Murcia.