Spagna e Portogallo approveranno domani tetto a prezzo gas - premier Costa

Un velivolo Iberia vola sopra fili dell'elettricità a Madrid

LISBONA (Reuters) - I governi di Portogallo e Spagna decideranno domani l'introduzione di un tetto temporaneo ai prezzi di riferimento del gas naturale e del carbone utilizzati dalle centrali elettriche, con l'approvazione di Bruxelles.

Lo ha reso noto il primo ministro portoghese Antonio Costa.

La Commissione europea ha accettato due settimane fa di concedere alle nazioni iberiche la possibilità di limitare inizialmente i prezzi di riferimento a 40 euro per megawattora, con il tetto di prezzo previsto di 50 euro per i prossimi 12 mesi.

I Paesi europei si stanno impegnando a gestire l'aumento dei prezzi del gas e dell'elettricità, spinti in rialzo dall'invasione russa dell'Ucraina, e ad attutire il loro effetto sul potere di spesa dei cittadini.

La Spagna e il Portogallo hanno convinto Bruxelles a permettere loro di gestire i prezzi dell'elettricità, che sono spesso fissati dal costoso combustibile fossile, nonostante la penisola iberica abbia grandi quantità di energia rinnovabile e poca interconnessione con il resto d'Europa.

Costa ha detto che dopo aver esaminato i dettagli tecnici, la Commissione ha dato il via libera finale al piano "al fine di evitare la contaminazione del prezzo dell'elettricità da parte dell'aumento del prezzo del gas".

"Il governo spagnolo si riunisce di solito il martedì e noi terremo una riunione straordinaria del gabinetto perché la misura entri in vigore simultaneamente in tutta la penisola iberica", ha detto Costa ai giornalisti a Strasburgo.

(Tradotto da Michela Piersimoni, editing Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli