La Spagna ed i dati macro spingono al ribasso i listini statunitensi

Chiusura con il segno meno per gli indici a Wall Street penalizzati dalle notizie in arrivo dalla Spagna e dalle indicazioni contrastanti fornite dai dati macro. Nel corso del pomeriggio sono arrivati i dati relativi l’andamento dei redditi personali (+0,4% m/m), delle spese dei consumatori (+0,3%) e dell’indice dei prezzi delle spese per consumi personali (PCE), che a marzo, in versione "core", quella cioè depurata delle componenti straordinarie, ha messo a segno un rialzo dello 0,2%. Sotto le attese il Pmi, sceso ad aprile a 56,2 punti, e l'indice che misura l'attività manifatturiera redatto dalla Federal Reserve di Dallas, passato da 10,8 a -3,4 punti. Il Dow Jones ha chiuso in calo dello 0,11% a 13.213,63 punti, -0,39% per lo S&P a 1.397,91 e -0,74% del Nasdaq (Nasdaq: ^NDX - notizie) a 3.046,36. Tra le storie del giorno, -8,13% per Humana (NYSE: HUM - notizie) e +7,43% per LDK Solar. Il titolo della società di assicurazioni sanitarie del Kentucky è risultato penalizzato dalla presentazione dei conti del primo trimestre che hanno evidenziato un calo annuo degli utili e ricavi in calo rispettivamente del 21,3% e dell'11,2%. La società cinese attiva nel settore fotovoltaico, nonostante i conti del quarto trimestre fiscale, ha beneficiato delle stime sull’andamento del business nei prossimi mesi. Sostanziale parità invece per Microsoft (EUREX: MSTF.EX - notizie) (+0,11%) che ha raggiunto un accordo con Barnes & Noble (Dusseldorf: BAR.DU - notizie) (+51,68%) tramite il quale la società di Redmond investirà 300 milioni di dollari nel settore degli ebook. Dal fronte M&A, Energy Transfer Partners (+3,57%) ha annunciato che acquisirà Sunoco (Dusseldorf: XS6.DU - notizie) (+20,48%) per 5,3 miliardi mentre secondo indiscrezioni riportate dal Wall Street Journal, Coca-Cola (-0,4%) sarebbe in trattative per l'acquisizione di Monster Beverage (-0,81%), azienda attiva nel campo degli energy drink.

Ricerca

Le notizie del giorno