##Spagna, elezioni: per Sanchez e il Psoe una vittoria di Pirro -5-

Mgi/Fco

Roma, 11 nov. (askanews) - Il primo ha a che vedere con gli equilibri interni della destra: ora che il suo principale rivale è Vox, il Pp si vedrà costretto (si fa per dire) a virare sempre più a destra e un via libera a Sanchez difficilmente sembra poter far parte di questa strategia, anche perché Casado non avrebbe poi la forza per imporre un'eventuale mozione di sfiducia - sfiducia che in Spagna, ricordiamo, è costruttiva: serve una maggioranza alternativa già pronta.

Proprio in virtù di questo fatto una volta passata la fiducia Sanchez si ritroverebbe più o meno blindato, ma rimarrebbe di fatto un'anatra zoppa, con un esecutivo di minoranza che potrebbe cadere alla prima finanziaria se la sinistra o i partiti nazionalisti e indipendentisti catalani e baschi avessero interesse a farlo. Di fatto, difficilmente accadrebbe dal momento che aprirebbe le porte a delle nuove elezioni dal risultato prevedibilmente ancora peggiore, ma in questo scenario il secondo ostacolo rimane comunque insormontabile: governare sì, ma per fare cosa?

(Segue)