Spagna, giornata decisiva per il governo: Sanchez o elezioni -2-

Mgi

Roma, 17 set. (askanews) - In quest'ultimo caso, le Cortes verrebbero sciolte il 23 settembre, il giorno successivo all'ultima data utile per il dibattito di investitura.

Sanchez, dopo la prima fallita investitura di luglio e un agosto passato in vacanza, non ha trovato l'intesa con la sinistra radicale di Unidas Podemos (UP): nessuna delle formule offerte da Pablo Iglesias - coalizione, appoggio esterno - è stata accolta dai socialisti che non vogliono avere le mani legate da un alleato scomodo e che su alcune questioni - economia, Catalogna - ha posizioni molto diverse.

Nonostante Iglesias si sia impegnato a non aprire alcuna polemica interna in caso di esecutivo progressista, Sanchez vorrebbe ricevere da UP un assegno in bianco, ovvero un voto favorevole (o un'astensione, se facesse altrettanto anche Ciudadanos) senza alcuna precondizione; nel contempo, rovesciando sulla sinistra radicale l'intera responsabilità di un eventuale fallimento.(Segue)