Spagna, il ritorno di Sanchez: chiede al parlamento la fiducia

Cgi

Roma, 22 lug. (askanews) - Il fascinoso premier uscente del governo spagnolo, Pedro Sánchez, 47 anni, ha speso poco meno di due ore per chiedere la fiducia del Parlamento per un nuovo esecutivo, dopo la vittoria alle elezioni dello scorso 28 aprile. Nel suo discorso, il leader socialista, inconfondibile con il suo ciuffo di capelli brizzolati, ha presentato alcune proposte per la XIII legislatura: da una riforma costituzionale per evitare blocchi nella formazione dell'Esecutivo, a misure in materia di istruzione, ambiente o lavoro. E si è scagliato contro chi "fomenta la disunione, la disgregazione, la divisione in Spagna, tanto più che ci troviamo in Ue". Oltre a un appello alla sinistra di Podemos. (segue) (Segue)