Spagna, indipendentisti catalani in piazza l'11 settembre -3-

vgp

Roma, 9 set. (askanews) - Ma quest'anno, alcuni attivisti hanno rinunciato, delusi dal fatto che i loro leader non continuino la rottura con la Spagna iniziata nel 2017. Tale Silvia Senz, linguista 53, che ritiene che "l'incontro, ora, non ha più significato: non c'è un obiettivo chiaro dietro, nessun progetto, nessuna strategia comune ".

Di fronte al timore di un calo della partecipazione, gruppi e organizzazioni indipendenti stanno cercando di mobilitare le loro truppe, poche settimane prima della sentenza, prevista per ottobre, contro i dodici leader separatisti processati dalla Corte Suprema per il loro ruolo nel tentativo di secessione. Alcuni hanno già trascorso quasi due anni in detenzione preventiva. Nove sono stati perseguiti per "ribellione" e rischiano lunghe pene detentive, fino a 25 anni per l'ex vicepresidente catalano Oriol Junqueras.(Segue)