Spagna, paura del blackout: corsa all’acquisto di bombole e torce

·2 minuto per la lettura
Spagna rischio blackout
Spagna rischio blackout

Non ci sarebbe alcun pericolo secondo il Governo spagnolo, eppure i cittadini hanno preferito prevenire e procurarsi tutte le scorte necessarie. In Spagna dilaga la paura per il rischio blackout.

Spagna, rischio blackout: la paura dei cittadini

Dopo l’allarme lanciato dalla ministra della Difesa austriaca Klaudia Tanner in merito a un ipotetico “grande blackout”, è cominciata a diffondersi la paura in Europa, soprattutto in Spagna. Il timore è che un eventuale blackout interrompa la distribuzione di energia nei vari Paesi.

I cittadini spagnoli corrono ai ripari e fanno rifornimento di tutto l’occorrente, fondamentale in caso di reale blackout. Così nel Paese iberico vanno a ruba fornelli da campeggio, torce e batterie, fino alle bombole di gas. Molti ferramenta e catene di negozi per le attività outdoor hanno già finito le scorte che avevano a disposizione.

Spagna, rischio blackout: il Governo rassicura

Il Governo spagnolo prova a riportare tranquillità tra i cittadini. La vicepremier e ministra della Transizione ecologica, Teresa Ribera, ha tenuto a sottolineare che “non siamo di fronte a nessuno scenario che ci permetta di pensare che questo possa accadere”.

Intervistata dalla rete pubblica Tve, ha ricordato che esistono riserve di energia sufficienti e un sistema “moderno, a rete, che funziona bene”, e la Spagna è quasi una “isola energetica”, con una scarsa interconnessione con gli altri Paesi grazie a un 95% di produzione propria. Si tratta di un importante vantaggio in caso di blackout a livello continentale, ma potrebbe essere un problema qualora si verificassero cedimenti della rete interna. Per questo motivo, stando a quanto reso noto da Confidencial Digital, la Spagna avrebbe predisposto con Francia e Portogallo un protocollo di crisi congiunto, che dovrebbe rivelarsi necessario per risolvere rapidamente un’eventuale emergenza energetica nella penisola iberica e sud francese.

A rassicurare i cittadini intanto è anche la Red Eléctrica Española, il gruppo che gestisce il sistema energetico nazionale. L’azienda ha diffuso un comunicato di smentita, spiegando che non esiste “alcun indizio” che possa verificarsi il tanto temuto blackout.

Spagna, rischio blackout: l’allarme della Protezione Civile

A scontrarsi con le rassicurazioni del Governo e della Red Eléctrica Española, è la Protezione Civile, che parla di una “possibilità reale”.

Scongiurando ogni eventualità, la Protezione Civile spagnola ha già reso pubblica una lista di consigli: tenere a portata di mano una torcia, candele, un cellulare con carica e coperte, valigetta del pronto soccorso. Anche le provviste di cibo possono rivelarsi utili. In particolare, cibo in lattina, barrette energetiche e bottiglie d’acqua.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli