Spagna, Procura anticorruzione indaga su tangenti Juan Carlos -2-

Mgi

Roma, 12 set. (askanews) - Stando alle registrazioni - ottenute a insaputa delle persone coinvolte dall'ex commisario di polizia José Villarejo, oggi in carcere, a scopo ricattatorio - Juan Carlos avrebbe preteso il pagamento di una commissione milionaria per la concessione di un appalto ferroviario saudita all'azienda spagnola Ohl, in cui aveva svolto un ruolo di mediazione; i soldi sarebbero invece andati almeno inizialmente alla moglie di Adnan Khasoggi, l'iraniana Sahpari Zanganeh, coinvolta nella trattativa dal titolare dell'Ohl, Juan Miguel Villar-Mir.

Questi, stando al racconto di Corinna (e come peraltro smentito da lui stesso), si sarebbe rifiutato di pagare il monarca e la stessa Zu Sayn-Wittgenstein avrebbe consigliato a Juan Carlos di "non toccare denaro proveniente dall'Iran": "Sei pagato dallo Stato per rappresentare l'industria spagnola, non puoi accettarlo"; tuttavia, nel 2012 la donna notò un ingente trasferimento bancario e il re spiegò che proveniva dall'Arabia saudita.(Segue)