Spagna taglia previsioni di crescita a 6,5% da 7,2%

·1 minuto per la lettura
Una bandiera spagnola a mezz'asta a Madrid

MADRID (Reuters) - Il governo spagnolo ha rivisto al ribasso le previsioni di crescita per l'anno in corso a 6,5% rispetto al precedente 7,2%, in ragione di un primo trimestre al di sotto delle aspettative, con nuove restrizioni approvate per tenere sotto controllo la terza ondata di pandemia.

Il ministro dell'Economia Nadia Calvino ha anche affermato in conferenza stampa che l'economia dovrebbe crescere del 7% nel 2022, con la produzione che tornerà ai livelli pre-pandemia entro la fine di quell'anno.

La crescita dell'economia nel primo trimestre è stata inferiore alle aspettative, ha detto il ministro. La produzione è crollata del 10,8% nel 2020.

I primi due mesi dell'anno sono stati penalizzati dalla diffusione della terza ondata del coronavirus e da una tempesta di neve senza precedenti per la Spagna a gennaio.

La Banca di Spagna aveva già abbassato le sue aspettative per il 2021 al 6% per le stesse ragioni, mentre il Fondo monetario internazionale si attende una crescita del 6,4%.

(Tradotto da Luca Fratangelo a Danzica, in Redazione a Milano Maria Pia Quaglia, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)