Spallanzani: "Il ricercatore positivo al coronavirus è guarito, esce oggi. Negativo l'uomo cinese, la moglie sta meglio"

Conferenza stampa allo Spallanzani (Photo: )

Il ricercatore italiano ricoverato allo Spallanzani per coronavirus sarà “dimesso in giornata”. Arrivano tre buone notizie sul fronte del virus cinese. Tutte dallo Spallanzani di Roma. Il giovane italiano, l’unico connazionale rientrato da Wuhan risultato positivo al test, è completamente guarito e sarà dimesso nelle prossime ore. Migliorano molto anche le condizioni dei coniugi cinesi, provenienti dalla città focolaio e in vacanza a Roma nelle scorse settimane. L’uomo, si legge nell’ultimo bollettino medico, si è negativizzato. Nel suo corpo non circola più il virus. “L’uomo cinese, ricoverato assieme alla moglie allo Spallanzani, si è negativizzato ed è in buone condizioni di salute”, ha detto in conferenza stampa l’assessore alla Salute della Regione Lazio. 

Nel bollettino i dettagli: “Le condizioni cliniche della coppia sono in continuo e progressivo miglioramento. Entrambi hanno concluso la terapia antivirale”. E ancora: “Il marito in particolare sta meglio, è uscito da qualche giorno dalla terapia intensiva ed è attualmente ricoverato Istituto. Risulta negativo ai test per la ricerca del COViD-19. Non necessita di terapia con ossigeno, si alimenta autonomamente e sta iniziando la riabilitazione motoria”, viene sottolineato.

La moglie non è ancora stata trasferita in reparto, ma le sue condizioni migliorano: “La moglie è ancora ricoverata in terapia intensiva, è in respiro spontaneo e non necessita più di supporto ventilatorio. È vigile, contattabile e risponde alle nostre domande. Necessita ancora di monitoraggio per la presenza di patologie preesistenti”.

La figlia della coppia ringrazia l’Italia: “Un grazie sincero ai medici e agli
operatori sanitari per le cure ai miei genitori”, sono state le sue parole, riferite da un rappresentante dell’ambasciata cinese a Roma.

Love HuffPost? Become a founding member of HuffPost Plus today.

This article originally appeared on HuffPost.