Spara a sorella e cognato, arrestato dai carabinieri di Todi

Cro/Ska

Roma, 17 gen. (askanews) - I Carabinieri della Compagnia di Todi hanno tratto in arresto in flagranza per tentato omicidio aggravato e lesioni personali aggravate un quarantenne, imprenditore di Marsciano.

Nella tarda serata di ieri l'uomo, al termine di una lite in famiglia, imbracciava un fucile da caccia regolarmente detenuto in casa ed esplodeva alcuni colpi che ferivano gravemente al volto la sorella di anni 33 ed il cognato di anni 34, quest'ultimo agli arti inferiori.

Personale sanitario, presso l'Ospedale "Santa Maria della Misericordia" di Perugia, ove i feriti erano stati accompagnati, allertavano i Carabinieri che avviavano le attività del caso. I militari operanti intervenuti sul posto, vista la gravità dell'evento, rintracciavano l'autore del reato ponendolo in stato di arresto. Sulla scena del crimine è intervenuta il Pubblico Ministero, Dr.ssa Patrizia Mattei della Procura della Repubblica di Spoleto, che ha coordinato le indagini e i Carabinieri della SIS del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale per le attività scientifiche e di repertamento. Il fucile e il luogo del delitto sono stati posti sotto sequestro.

L'arrestato, espletate le attività di rito, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Spoleto a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.