Sparatoria Atlanta, sospettato è stato incriminato per omicidio

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 18 mar. (askanews) - L'uomo sospettato della strage nella spa di Atlanta, in Georgia, dove sono morte otto persone, è stato incriminato per omicidio. Le autorità non hanno ancora confermato se si tratta di un crimine a sfondo razziale: sei donne asiatiche sono morte e ieri la polizia ha identificato quattro delle vittime.

Secondo lo sceriffo della conte di Cherokee Frank Reynolds l'assalitore potrebbe essere un frequentatore abituale del centro o avere "una dipendenza dal sesso" e vedere il centro benessere come una tentazione da eliminare.

Quattro vittime sono state identificate come Ashley Yaun, 33 anni, Paul Andre Michels, 54, Xiaojie Tan, 49 e Daoyou Feng, 44. Elcias R Hernandez-Ortiz è invece uno dei feriti.

Il sospettato Robert Aaron Long ha ammesso l'attacco ma ha negato che si tratti di un crimine a sfondo razziale, ha dichiarato la polizia in una conferenza stampa. E' stato incriminato per quattro reati di omicidio e uno per assalto aggravato. L'uomo si stava dirigendo in Florida quando è stato arrestato e probabilmente se non fosse stato fermato avrebbe potuto caisare altri morti. Secondo la CBS News, il sospettato, che è stato identificato con l'aiuto dei genitori, ha detto agli investigatori che "ama Dio e le pistole".