Sparatoria in una scuola in California: il punto della situazione

Gli studenti della Saugus High School dopo la sparatoria del 14 novembre a Santa Clarita, California (AP Photo/Marcio Jose Sanchez)


Un ragazzo ha aperto il fuoco in una scuola superiore di Santa Clarita, non molto distante da Los Angeles, in California, il 14 novembre. Due le vittime della sparatoria: una studentessa di 16 anni e uno studente di 14. Tre invece le persone ferite (due ragazze di 14 e 15 anni e un compagno di 14), di cui una in condizioni critiche. Non sembra invece che gli altri due siano in pericolo di vita, come ha scritto su Twitter l'Henry Mayo Hospital - l'ospedale in cui sono ricoverati.



La dinamica

Gli spari sono cominciati alle 7:38 ora locale durante il cosiddetto "Zero Period", prima cioè dell'inizio delle lezioni alle 8:00, utilizzato generalmente per attività extra-curricolari. Il sospetto ha tirato fuori dal suo zaino una pistola e ha cominciato a sparare, secondo quanto riportato dalla polizia che ha esaminato le registrazioni-video della scuola.

Il sospetto

Il presunto autore della sparatoria è uno studente della stessa scuola, la Saugus High School, frequentata da circa 2.500 alunni. Il sospetto è stato arrestato e scortato in ospedale in quanto, dopo aver aperto il fuoco, avrebbe tentato di uccidersi sparandosi alla testa. Le sue condizioni sono gravi, dicono i medici. Secondo quanto riportato dalla polizia, ha compiuto 16 anni proprio il 14 novembre, giorno della sparatoria.

L'arma del delitto, una pistola calibro 45, è stata ritrovata dalle forze dell'ordine senza più proiettili. Non è ancora chiaro il movente del gesto.


Potrebbe interessarti anche: VIDEO - Paura a Londra, sparatoria in strada


E anche: VIDEO - Sparatoria a Trieste, la polizia diffonde video choc