Sparatoria nell'Università della Louisiana: il bilancio

USA sparatoria università Louisiana
USA sparatoria università Louisiana

Una tragedia è avvenuta all’Università della Louisiana. La cerimonia della consegna dei diplomi della Xavier University è stata macchiata da una sparatoria. Il bilancio sarebbe drammatico: si parla per il momento di una vittima e almeno due feriti.

USA, sparatoria all’università della Louisiana: cosa è successo

Stando a quanto riportano le testate locali il dramma sarebbe stato consumato a seguito di una violenta discussione degenerata poi in spari. La sparatoria in particolare è avvenuta all’esterno del Convocation Center, edificio che viene utilizzato in questo periodo dell’anno per le cerimonie di diploma. Alcuni testimoni inoltre – sentiti da Fox 8 – hanno dichiarato di aver sentito dai 5 ai 12 spari.

Per il momento non sarebbe stata resa nota l’identità della vittima. Si sa che si tratta di una donna anziana, ma non è possibile stabilire se si tratti o meno della nonna di uno studente (o una studentessa). Il vice superiore della Polizia di New Orleans Christopher Goodly a tale proposito non ha fatto sapere quale sia l’età delle due persone ferite di sesso maschile. Sappiamo tuttavia che hanno riportato ferite a gamba e spalla e che per fortuna non sono in pericolo di vita.

La Polizia di New Orleans: “Le indagini sono in corso”

Nel frattempo la Polizia di New Orleans ha provveduto a fornire una serie di aggiornamenti sul profilo istituzionale di Twitter. Si legge: “Indagine in corso sulla sparatoria nel campus della Xavier University, nell’area del Convocation Center. Le informazioni iniziali mostrano tre vittime di ferite da arma da fuoco trasportate all’ospedale locale tramite EMS. Il soggetto è stato fermato sul posto”.

In seguito ha poi dato l’annuncio della morte della donna: “Una delle vittime di questo incidente – una donna – è stata dichiarata morta in un ospedale locale. L’incidente è ora indagato come omicidio”.

Goodly che ha definito la sparatoria un “atto di violenza insensato” ha infine affermato che gli investigatori stanno cercando di capire chi e quante sono state le persone a commettere questo folle gesto. Da chiarire inoltre se si sia trattato di studenti o ancora amici e parenti dei laureati.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli