Sparatoria a Ottawa nei pressi del Parlamento: un morto e tre feriti gravi

sparatoria ottawa

Sparatoria in una casa nel centro di Ottawa, in una zona residenziale distante solo un chilometro dal Parlamento canadese. Secondo quanto dichiarato dalla polizia locale, il bilancio è di un morto e tre feriti gravi. In un primo momento, le autorità avevano parlato di “diversi feriti”. La polizia ha invitato la popolazione a evitare l’area, dal momento che il sospettato è riuscito a fuggire ed è ancora a piede libero. Al momento restano sconosciute le motivazioni del gesto, così come le generalità del ricercato.

Sparatoria a Ottawa

“La polizia è intervenuta in risposta a una sparatoria nell’isolato 400 di Gilmour Street“, una zona residenziale di Ottawa, informano le autorità canadesi tramite Twitter. “Molti feriti. Per favore, evitare l’area”. La strada in cui si è verificata l’aggressione è stata chiusa da Kent a Lyon.

tweet ottawa police

Tra i feriti ci sarebbe anche un minore, riferisce l’emittente canadese Cbc. Il personale del CHEO (il Children’s Hospital of Eastern Ontario) ha fatto sapere che un adolescente è stato ricoverato dopo la sparatoria e che le sue condizioni sono stabili.

L’attentato del 2014

Nella popolazione locale è ancora vivido il ricordo dell’attentato al Parlamento nel quale, nel 2014, persero la vita due persone. Secondo quanto rivelato dalla polizia canadese gli attentatori erano spinti da “motivazioni ideologiche”. Tra loro c’era Michel Zehaf-Bibeau, 32enne convertito all’Islam. I tre aggressori hanno aperto il fuoco davanti al Monumento ai caduti e all’interno del palazzo del Parlamento. Nello scontro hanno perso la vita lo stesso Zehaf-Bibeau e Nathan Cirillo, militare italocanadese.