Attentato a Londra, 2 morti e 8 feriti: “È terrorismo”

terrorismo a Londra oggi

Allarme a Londra per una sparatoria sul London Bridge. L’aggressore – un uomo armato di coltello – è stato ucciso dalla polizia. Il numero delle persone rimaste coinvolte è cresciuto nei minuti successivi l’attacco avvenuto sul famoso ponte londinese. Al momento si contano 2 morti e 8 feriti. A poche ore di distanza, un altro attentato ha devastato il cuore dell’Europa.

Il video dell’attentato

Sui social circolano diversi video con cui i passanti hanno immortalato il momento della sparatoria sul London Bridge. Nel filmati si vede un gruppo di poliziotti bloccare a terra il sospettato. Uno degli agenti, poi, si allontana e apre il fuoco contro l’uomo a terra.

A poche ore di distanza dall’attentato che ha colpito Londra nel primo pomeriggio di venerdì 29 novembre, si è verificato un nuovo attentato, questa volta nei Paesi Bassi, all’Aia. Sono almeno tre le persone rimaste ferite in un grande magazzino a Grote Marktstraat, la principale via dello shopping della città olandese. L’assalitore, anch’egli probabilmente armato di coltello, pare sia ancora in fuga.

Scotland Yard: “Caso di terrorismo”

Scotland Yard sta trattando l’accaduto come un caso di terrorismo. Nello stesso luogo, otto persone sono morte e altre 48 sono rimaste ferite in un attentato nel 2017.

Attentato a Londra

Le immagini che provengono dalla capitale britannica mostrano diverse auto della polizia e almeno due ambulanze sul posto. Un camion bianco è stato fermato di traverso sul ponte. La stampa locale parla di almeno 5-6 colpi di arma da fuoco. È subito scattato l’allarme e gli agenti hanno invitato i cittadini a restare lontani dalla zona. Temporaneamente chiusi London Bridge e il vicino Borough market.

“La gente correva nel panico tra le urla. Subito è arrivata la polizia che ha bloccato ed evacuato il Borough Market pieno di gente e turisti, le persone si sono barricate all’interno dei negozi. Siamo ancora tutti in attesa di indicazioni”. A farlo sapere è una giornalista dell’Ansa, presente nella zona colpita dall’attentato.

“Posso confermare che la polizia è stata chiamata per un episodio di accoltellamento attorno alle 14 e che un uomo di sesso maschile è stato colpito con armi da fuoco da agenti specializzati. Il sospetto è morto sul posto“, ha subito rassicurato il numero 2 di Scotland Yard e responsabile dell’antiterrorismo, Neil Basu. “Posso inoltre confermare che il sospetto indossava un equipaggiamento che al momento riteniamo fosse un falso ordigno esplosivo“, ha aggiunto.

Prima di essere ucciso dalla polizia, l’aggressore pare abbia avuto una colluttazione con i passanti, che lo hanno fermato in attesa degli agenti.

Il racconto di una testimone

“Tre poliziotti si sono scagliati contro un uomo. Poi uno degli agenti gli ha sparato“, ha raccontato alla Bbc la testimone Amanda Hunter.

La donna si trovava sull’autobus quando è stato aperto lo scontro a fuoco: “Ci hanno tenuto fermi per un minuto, forse un minuto e mezzo, poi ci hanno fatto abbandonare il ponte in sicurezza. È successo tutto così in fretta”.

Le dichiarazioni dei politici

Molte cariche politiche inglesi hanno espresso il loro dolore e la loro preoccupazione per l’accaduto. Primo fra tutti il premier Boris Johnson, il quale su Twitter ha scritto: “Voglio ringraziare i servizi di emergenza e il pubblico per il loro immenso coraggio nel rispondere a questo sospetto attacco terroristico al London Bridge. Si tratta di un incidente terribile e i miei pensieri vanno alle vittime e alle famiglie”.

attentato Londra

Dopo aver confermato il ferimento di diverse persone, il sindaco di Londra, Sadiq Khan, ha dichiarato: “Il mio cuore è con le vittime e con le loro famiglie. Noi dobbiamo – e vogliamo – rimanere risoluti nella nostra determinazione di essere forti di fronte al terrore. Quelli che ci attaccano e cercano di dividerci non avranno mai successo”. Anche da parte di Khan non sono mancati i ringraziamenti “ai nostri coraggiosi servizi di emergenza per la coraggiosa risposta all’orrendo attacco di oggi”.

“Ovviamente, non sappiamo esattamente cosa è accaduto e il mio pensiero va a tutti coloro che sono stati coinvolti in questo incidente in vario modo. Compresa, ovviamente, la coraggiosa polizia che sta affrontando quanto accaduto con professionalità. Sono i primi a rispondere in questi momenti difficili”, sono invece le parole della leader Lib Dem Jo Swinson.