Sparatoria a Terni, carabiniere ferito: fermato 30enne dominicano

Sparatoria a Terni, carabiniere ferito

Paura a Terni per una sparatoria avvenuta nel centro della città umbra in cui è rimasto ferito un carabiniere. L’agente è stato colpito a un piede da un colpo di arma da fuoco durante una colluttazione avvenuta all’altezza della rotatoria nei pressi di piazza Valnerina e di via della Bardesca. Secondo quanto si apprende da fonti locali, l’aggressore sarebbe un 30enne di origine dominicana.

Sparatoria a Terni, carabiniere ferito

Secondo quanto emerso dalle prime ricostruzioni della polizia di Terni, la sparatoria è cominciata quando il carabiniere ha chiesto all’uomo, a bordo di una bici, di fermarsi per un controllo. Davanti all’ordine delle forze dell’ordine, il 30enne si è agitato tanto da costringere gli agenti a cercare di immobilizzarlo e sedarlo utilizzando uno spray urticante. Ma ogni tentativo si è rivelato inutile. L’uomo è riuscito a divincolarsi e ad afferrare la pistola d’ordinanza di uno dei militari, sparandogli poi a un piede. Nella colluttazione è rimasto ferito anche l’aggressore. Entrambi gli uomini coinvolti sono stati trasferiti all’ospedale di Terni. I medici hanno escluso il pericolo di vita. L’uomo è attualmente in stato di fermo.

Il commento di Matteo Salvini

La sparatoria di Terni è stata immortalata in un video, condiviso anche dal vicepremier Matteo Salvini sul suo profilo Twitter. Il ministro dell’Interno ha espresso “solidarietà al carabiniere ferito a Terni da uno straniero, molto probabilmente sotto l’effetto di droghe, che ha attaccato le forze dell’ordine a calci e pugni e poi ha addirittura sparato”.

Il ministro dell’Interno aveva rivolto un pensiero e una preghiera anche al carabiniere ucciso durante una sparatoria a Cagnano Varano in provincia di Foggia. Il maresciallo Vincenzo Carlo Di Gennaro, 45enne, ha perso la vita in ospedale per mano di un pregiudicato fermato dalle forze dell’ordine.