Sparatoria in una chiesa in Texas: almeno due morti e un ferito grave

Sparatoria chiesa Texas

Paura in Texas, dove la chiesa West Freeway Church of Christ, situata nella contea di Tarrant, è stata oggetto di una sparatoria poco prima delle 10 ora locale di domenica 29 dicembre 2019. Il bilancio provvisorio è di due morti e un ferito grave, stando a quanto riportato dai media locali.

Sparatoria in una chiesa in Texas

Una testimone ha raccontato che il killer si trovava sul lato sinistro della Chiesa quando all’improvviso, avendo un’arma con sé, ha aperto il fuoco. A quel punto tutti i fedeli si sono gettati a terra per evitare gli spari e il responsabile è stato immediatamente colpito dalle guardie armate private presenti all’interno della Chiesa.

La celebrazione in atto era visibile anche in streaming sul canale YouTube della parrocchia. Il video registrato e diffuso dai media locali conferma quanto detto dal testimone. E’ infatti visibile una persona con indosso un cappotto estrarre quello che a prima vista sembra essere un fucile. Costui fa esplodere due colpi prima di essere raggiunto a sua volta da un terzo, sparato da un uomo delle guardie armate. In tutto ciò i fedeli appaiono visibilmente spaventati: chi si nasconde sotto i banchi della Chiesa, chi cerca di fuggire e chi urla.

I tre colpi di pistola esplosi hanno fatto registrare un bilancio di un ferito grave e due morti, uno sul colpo e uno mentre veniva trasportato in ospedale. Altre due persone poi sarebbero state medicate sul posto per ferite di minor entità. Non è ancora chiaro se il killer sia tra i deceduti oppure se sia l’uomo rimasto gravemente ferito. Sembra invece ufficiale che uno dei due morti sia una guardia armata che stava cercando di fermare l’aggressore.

E’ stata una delle cose più spaventose. Ti senti come se la tua vita ti passasse davanti. Ero così preoccupata“, ha spiegato la testimone.

Il governatore del Texas Greg Abott ha condannato la sparatoria definendola un malvagio atto di violenza. Ha poi ringraziato le forze armate per aver prontamente agito e colpito l’aggressore, evitando così che si verificassero ulteriori perdite di vite.