Sparatoria in una moschea vicino Oslo

webinfo@adnkronos.com

Una persona è stata ferita da un uomo che ha fatto irruzione in una moschea vicino a Oslo, in Norvegia. Lo riferisce la polizia locale su Twitter, aggiungendo che un sospetto è stato arrestato. La sparatoria è avvenuta nel Centro islamico al-Noor di Baerum, a 13 km dalla capitale norvegese, e al momento non si conoscono le condizioni della vittima.  

Secondo i media locali, che citano alcuni testimoni, l'autore sarebbe un giovane bianco con indosso elmetto e uniforme. "Uno dei nostri membri è stato colpito da un uomo bianco che indossava un elmetto e un'uniforme", ha affermato il direttore della moschea Irfan Mushtaq, al quotidiano locale Budstikka.  

Secondo Mushtaq, l'aggressore aveva con se due fucili da caccia e una pistola. "L'incidente è avvenuto dopo che un gruppo di fedeli aveva assistito alle preghiere", ha dichiarato all'emittente TV2. Tre di loro erano ancora nell'edificio quando un uomo, armato di quelli che sembravano essere due fucili da caccia e una pistola, è entrato. "Quando lo hanno visto, due si sono nascosti. L'altro, un signore di circa 70anni, è riuscito ad agire rapidamente e a sopraffare l'assalitore, che ha sparato alcuni colpi", ha raccontato Mushtaq. "Un altro membro della moschea ha poi colpito l'aggressore nella parte posteriore della testa", ha aggiunto. L'aggressore indossava un giubbotto protettivo, vestiti neri e ginocchiere. 

La polizia ha dichiarato in un tweet che la situazione è sotto controllo. In un altro tweet, si legge: "Nulla indica che ci siano più persone coinvolte. 

Il quotidiano locale Budstikka ha riferito che la moschea ha intensificato le misure di sicurezza dopo la micidiale sparatoria di massa in due moschee a Christchurch, in Nuova Zelanda, a marzo. Sul posto è accorsa una grande presenza di polizia. Ai membri della moschea, che è stata isolata, è stato consigliato di stare lontano dall'edificio.