Sparava verso braccianti per farli lavorare di più, imprenditore arrestato

Rome, Italy - June 30, 2014: Italian Fast Police Car Alfa Romeo at Quirinale in Rome, Italy.

Un imprenditore 35enne della provincia di Latina è stato arresto dagli agenti del Commissariato di Terracina con l’accusa di aver minacciato più volte i propri braccianti sparandogli senza però colpirli.

Secondo quanto ricostruito dall’Ansa, a denunciare l’accaduto è stato uno dei braccianti che, dopo l’ennesimo licenziamento da parte dell’imprenditore, ha deciso di parlare. Secondo la ricostruzione il 35enne si è presentato all’alloggio dei braccianti ed ha fatto più volte fuoco verso alcuni di loro senza colpirli, alcuni sarebbero stati anche minacciati con l’arma puntata alla gola. L’uomo avrebbe giustificato il gesto dicendo che era sua intenzione spronare i suoi lavoratori ad accelerare la raccolta e la lavorazione dei prodotti.

GUARDA ANCHE - Caporalato nel Potentino, braccianti sfruttati nei campi

Arrestato in flagranza di reato, dovrà rispondere dei reati di sfruttamento del lavoro, minaccia aggravata con l’utilizzo di arma da fuoco, lesioni personali e detenzione abusiva di munizionamento.