Spari in centro a Roma, Salvini: “È il caos”

spari in centro a roma

La capitale ieri è stata teatro di un inseguimento con sparatoria in pieno centro: due rapinatori di Rolex sono infatti stati intercettati dalla Squadra Mobile che li ha inseguiti. I banditi, tuttavia, avrebbero esploso un colpo a scopo intimidatorio finendo poi con il loro scooter contro una volante che li ha poi arrestati. L’episodio ha scatenato moltissime polemiche e il leader della Lega, Matteo Salvini, non ha perso occasione per commentare la vicenda e lanciare il suo affondo al Movimento 5 Stelle.

Spari in centro a Roma: l’attacco

Roma è nel caos – ha esordito Salvini -, ormai ne succedono di tutti i colori. Onore alle forze dell’ordine, mentre purtroppo altri dormono“. Rapida è però arrivata la replica del Movimento 5 Stelle: “Grazie agli uomini delle forze dell’ordine che hanno fermato due rapinatori. Intanto Salvini chiacchiera e specula sulla pelle delle persone. Noi romani stiamo ancora aspettando i rinforzi che aveva promesso e che non sono mai arrivati” ha detto Giuliano Pacetti, capogruppo del Movimento 5 Stelle.

Il commento di Pedica e Gelmini

Salvini non sembra essere il solo a pensare che a Roma ci sia un evidente problema legato alla sicurezza. “La sindaca Raggi è ancora convinta che questa città non è diventata un far west? Dopo tutto quello che è successo nelle ultime settimane è chiaro che c’è un problema sicurezza e che bisogna incrementare la presenza delle forze dell’ordine nella Capitale” ha detto Stefano Pedica del Pd. Dello stesso avviso anche Maria Stella Gelmini: “Volanti della Polizia che sfrecciano per i quartieri del centro, sparatorie, risse, negozi e locali incendiati, spaccio a cielo aperto. Dovrebbe essere la capitale d’Italia invece si sta trasformando in un Bronx. L’inconcludente sindaca Raggi dovrebbe nascondersi”.

Vertice in prefettura venerdì

Intanto per il prossimo venerdì è stato convocato un vertice in prefettura per l’ordine e la sicurezza. Si riuniranno la sindaca Raggi, il ministro dell’Interno Lamorgese, il presidente della Regione Zingaretti e il prefetto Pantalone. L’obiettivo è studiare un piano di intervento sul quartiere Centocelle, dove negli ultimi mesi tre locali sono stati dati alle fiamme.