Spari contro giornalista: "Sono vivo per miracolo"

webinfo@adnkronos.com

"Mi trovo in procura a Napoli per parlare con gli inquirenti di questo grave episodio che mi è capitato ieri pomeriggio, nel comune di Gricignano. Ignoti hanno sparato sette colpi di pistola mentre viaggiavo in auto. La fortuna mi ha assistito due volte: prima perché non sono stato colpito e poi perché ero da solo. Sicuramente se ci fosse stato qualcuno con me penso che sarebbe rimasto ferito. Sono vivo per miracolo". Il direttore di Campania Notizie, Mario De Michele, di origine aversana, racconta al telefono all’Adnkronos l’attentato subito da sconosciuti mentre tornava a casa nella giornata di ieri.   

"Non è il primo episodio intimidatorio che ho denunciato - aggiunge De Michele-  sono stati sette negli ultimi mesi. Sto realizzando delle inchieste giornalistiche su collegamenti tra imprenditoria e camorra nei territori di Orta di Atella e Succivo, non è escluso che siano messaggi della criminalità organizzata locale. La magistratura sta indagando e spero che siano arrestati i colpevoli di tutto ciò".  

Il giornalista ieri è stato raggiunto da alcune persone che hanno esploso 6 o 7 proiettili. Due hanno colpito il parabrezza, successivamente altri colpi sono stati esplosi verso il lunotto posteriore. De Michele tre giorni fa aveva denunciato un episodio intimidatorio nei suoi confronti avvenuto tra Sant’Arpino e Succivo. Due persone su di un motorino lo hanno costretto a fermarsi e uno di loro ha tentato di aggredirlo con una mazza mentre l’altro ha costretto il giornalista a scendere e lo ha percosso accusandolo di essere la causa dello scioglimento del comune di Orta di Atella. I carabinieri di Aversa (Caserta) stanno indagando su questi due ultimi episodi.