Spari a prete ortodosso a Lione, arrestato un sospetto

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Un prete ortodosso è rimasto ferito da un colpo d'arma da fuoco a Lione. E' quanto rende noto l'emittente Bfmtv, mentre Le Figaro rende noto che è stato arrestato un sospetto e sono in corso delle verifiche. L'attentato è avvenuto accanto alla chiesa greco ortodossa di rue Saint-Lazare nel momento in cui il sacerdote stava chiudendo la chiesa. L'assalitore del prete ortodosso a Lione ha agito da solo intorno alle quattro di questo pomeriggio. L'uomo armato ha sparato due volte, hanno reso noto fonti della polizia citate dai media francesi. Il sacerdote, colpito all'addome, la prognosi è riservata, è stato identificato come Nicolas K., è di nazionalità greca e ha 52 anni. La zona intorno alla chiesa dell'Annunciazione di fronte alla quale è avvenuto l'attacco è stata isolata e la polizia.

LE INDAGINI - Una cellula di crisi è stata aperta al ministero degli Interni francese per seguire il caso, ma non è ancora stata stabilita la pista del terrorismo. Anche perché il sacerdote aveva avuto un diverbio con un laico che lo aveva aggredito, rende noto Le Figaro. La procura di Lione ha aperto un'inchiesta per tentato omicidio, ma si mantiene "in stretto contatto" con la procura nazionale anti terrorismo che tuttavia per il momento non è coinvolta formalmente. Il sindaco di Lione Grégory Doucet, ha detto che "nessuna pista è esclusa, nessuna è privilegiata". Giovedì scorso l'attentato nella basilica di Notre Dame a Nizza, dove hanno perso la vita tre persone.