Spari sui manifestanti, uccisi a decine nelle proteste In Myanmar

Marco Lupis
·Journalist – Correspondent – Author
·2 minuto per la lettura
Forze di polizia a Yangon (Photo: Reuters)
Forze di polizia a Yangon (Photo: Reuters)

“Manifestanti in piccoli gruppi sono in quasi tutta Yangon: stanno barricando le strade che danno su quelle principali. Io stavo andando a Thanlyin e ho dovuto deviare tre volte perché a circa 2 chilometri dal ponte la Polizia sparava con i fucili, vicino alla curva dove c’è il water boom park”. Questa la drammatica testimonianza raccolta dall’HuffPost, scritta da un cittadino tedesco che vive in Birmania da moltissimi anni e che, come tutti, non vuole dire il suo nome per timore di ritorsioni: “Anche qui, di fronte al Dagon Center [un grande centro commercial a Yangon, ndr.] vicino a tutte le strade secondarie e nel resto di Yangon è guerra, con molte granate, colpi di fucile e anche cecchini sui tetti, che sparano contro le persone; un piccolo assaggio per i birmani di quello che ha provato la gente di Rakhine negli ultimi due anni”, ci dice ancora, riferendosi alla feroce repressione che ha coinvolto l’etnia dei Rohingya nel nord dello stato di confine del Rakhine, appunto.

Si infiamma la rivolta contro i Generali golpisti in queste ore in Birmania, con un bilancio - purtroppo solo provvisorio - che parla già di quasi 30 morti accertati tra i manifestanti: 7 a Myeik (città portuale dell’estremo sud) , 5 a Dawei (600 km. s sud di Yangon, sul fiume omonimo) , 4 a Yangon – la metropoli più importante del Paese – e gli altri in altre località minori.

Nei video che i leader delle proteste sono riusciti a far arrivare in qualche modo su Facebook (internet viene bloccata a singhiozzo, ci riferiscono dal Paese, Whatsapp funziona solo per le chat ma senza video o foto mentre Signal e Viber paiono funzionare) si vedono immagini drammatiche di scontri violentissimi in cui veri e propri squadroni di poliziotti e militari sparano ad altezza uomo sui manifestanti. Si susseguono video tremendi dove si vedono manifestanti esanimi per terra, in una pozza di sangue, che ven...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.