Spari in un supermercato di Boulder: dieci morti

·1 minuto per la lettura
Sparatoria Colorado
Sparatoria Colorado

Tragedia in un supermercato di Boulder, Colorado, dove ha avuto luogo una sparatoria in cui sono rimaste uccise dieci persone tra cui un agente di Polizia. Un uomo ha aperto il fuoco decine di volte con un fucile d’assalto Ar-15 per poi essere ferito e arrestato dalle forze dell’ordine.

Sparatoria in Colorado

La strage ha avuto luogo presso il King Soopers di Table Mesa Drive, una zona residenziale situata nell’area a sud della città, intorno alle 14:30 di lunedì 22 marzo 2021. L’aggressore è entrato nello store sparando diversi colpi di pistola e scatenando il panico tra i clienti, molti dei quali sono riusciti a fuggire da un’uscita secondaria e rifugiarsi in un parcheggio vicino.

Immediato l’allarme alla Polizia che, giunta sul posto, ha circondato l’edificio e intimato al killer di arrendersi. Eric Taalley, il primo agente ad arrivare sul posto, è rimasto ucciso mentre tentava di intervenire. I colleghi hanno invitato tutti a tenersi alla larga dall’area mentre l’edificio veniva presidiato per poi riuscire a freddare l’aggressore e ad arrestarlo.

Ignota per il momento l’identità di quest’ultimo e i motivi che l’hanno spinto a compiere la strage. Le forze dell’ordine stanno già indagando sui fatti come assicurato dal capo della Polizia Maris Herold: “Ci vorranno almeno cinque giorni per completare le indagini“. Il presidente americano Joe Biden è stato costantemente aggiornato.