Spazio, Arianespace: il 29 aprile primo lancio dell’anno per Vega

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 26 apr. (askanews) - Primo lancio dell'anno per Vega che torna sulla rampa della base di Kourou in Guyana francese per la missione VV18 in programma alle 3.50 ora italiana del 29 aprile (le 22.50 ora locale del 28 aprile).

Per il lanciatore europeo realizzato da Avio si tratta del ritorno in rampa dopo il fallimento il 17 novembre 2020 della missione VV17 dovuto - come ha poi stabilito una commissione d'inchiesta indipendente - a un'inversione dei comandi elettromeccanici, che portò alla perdita di due satelliti, lo spagnolo SEOSAT-Ingenio dell'Esa, per l'osservazione delle Terra e il francese TARANIS per il Centro nazionale francese di studi spaziali (Cnes). Quello dello scorso novembre è stato il secondo insuccesso per Vega dopo l'incidente del volo VV15 dell'11 luglio 2019 quando, a circa due minuti dal decollo, si verificò un'anomalia - poi individuata in un problema termo-strutturale nella parte anteriore del motore Zefiro (Z23) - che portò alla conclusione prematura della missione.

Sia la produzione del lancio che i preparativi - assicura Arianespace annunciando la missione VV18 - hanno seguito rigorosamente le raccomandazioni formulate dalla Commissione d'inchiesta indipendente istituita per la precedente missione Vega VV17.

Il 29 aprile prossimo Vega porterà in orbita Pleiades Neo 3, il primo satellite ad altissima risoluzione nella nuova costellazione di osservazione della Terra gestita da Airbus Defence and Space, e grazie al dispenser SSMS (Small Spacecraft Mission Service) - che ha ebuttato con successo proprio con Vega il 3 settembre 2020 con la missione VV16 - altri cinque payload ausiliari: il microsatellite di osservazione per l'agenzia spaziale norvegese, Norsat-3, più quattro cubesat per gli operatori Eutelsat, NanoAvionics / Aurora Insight e Spire. La missione VV18 si concluderà un'ora e 42 minuti dopo il lancio.

Il servizio di rideshare SSMS di Arianspace, finanziato dall'Agenzia spaziale europea (ESA), sarà presto affiancato dal Multiple Launch Service (MLS), un'offerta simile che utilizza il veicolo di lancio Ariane 6. Con questi due servizi, Arianespace può offrire un'ampia gamma di opportunità di lancio a prezzi accessibili per piccoli satelliti e costellazioni.