Spazio: Ariel al via, indagherà l'atmosfera delle super-Terre (3)

·1 minuto per la lettura
Spazio: Ariel al via, indagherà l'atmosfera delle super-Terre (3)
Spazio: Ariel al via, indagherà l'atmosfera delle super-Terre (3)

(Adnkronos) – L’Italia, ricorda ancora Negri, "ha un eccellente background scientifico e industriale in questo campo, derivato dalla partecipazione alle missioni Cheops e Plato. La partecipazione alla missione Ariel permetterà alla comunità scientifica e all’industria nazionale di valorizzare ulteriormente le conoscenze e le capacità acquisite".

In particolare, l’occhio di Ariel, un telescopio con uno specchio ellittico di un metro di diametro per raccogliere la luce visibile e infrarossa proveniente dai lontani sistemi planetari, sarà realizzato in Italia, così come l’elettronica di bordo. Scomponendo la luce in tutti i suoi ‘colori’ mediante gli spettrometri di bordo sarà possibile identificare gli elementi chimici presenti nelle atmosfere degli esopianeti osservati durante il loro passaggio, o transito, davanti o dietro la stella ospite.

Della serie di satelliti Esa per lo studio dei pianeti extra-solari, ciascuno dei quali si occupa di un aspetto specifico in questo campo di ricerca in fase di grande crescita, Cheops (CHaracterising ExOPlanet Satellite) è stato lanciato alla fine del 2019 e ha da poco ottenuto i primi risultati scientifici. Seguiranno Plato (PLAnetary Transits and Oscillations of stars) nel 2026 e quindi Ariel nel 2029.