Spazio: Casellati, 'non è più settore nicchia, influenzerà economia globale' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – "Non è un caso – fa notare la presidente del Senato – che il concetto di economia circolare sia nato in via sperimentale proprio dalle missioni spaziali, per venire incontro alle esigenze poste da lunghi viaggi e dagli stazionamenti in orbita. Lo spazio sarà la quinta rivoluzione industriale della storia contemporanea. Offrirà risposte a molti dei problemi che oggi sono sul tavolo, anche quelli che si scontrano con limiti fisici e materiali apparentemente insuperabili. E questo porterà ad una nuova concezione del potere e della competizione tra gli Stati, ad una geopolitica completamente diversa".

"Se nel secondo dopoguerra la “corsa allo spazio” era intesa soprattutto come ostentazione di forza e capacità, ora gli obiettivi si sono moltiplicati. Gli Stati percorrono lo spazio non solo nell’ambito delle tradizionali missioni esplorative militari, ma anche per finalità economiche e impieghi civili, dalla robotica alle telecomunicazioni. Perché sanno bene che è anche su questo terreno che oggi si misura il loro potere. Tale evoluzione cambia anche le dinamiche della spirale competitiva che, fin dalle origini, ha contraddistinto il rapporto tra gli Stati nello spazio. Tra pochi anni, i progressi tecnologici e scientifici renderanno possibile lo scenario di una guerra interplanetaria combattuta dagli Stati con forze armate e intelligence spaziali a colpi di Sistemi d’Arma Anti-Satellite finalizzati alla distruzione o disabilitazione di oggetti orbitanti. Questo consentirà di acquisire un controllo totale su flussi di comunicazione strategici, in una parola di costringere intere regioni in una condizione di completo blackout".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli