Spazio: Esa sceglie Thales Alenia Space per missione En Vision su Venere (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Questi strumenti lavoreranno insieme per definire le caratteristiche del pianeta in modo esauriente, offrendo così una visione complessiva di Venere e dei suoi processi associati. "Siamo molto orgogliosi di essere a bordo di questa innovativa ed entusiasmante missione dell'Esa che ci aiuterà a penetrare i misteri dell'evoluzione geologica e climatica di Venere" ha commentato Bertrand Denis, Vicepresidente Osservazione e Scienza di Thales Alenia Space in Francia. "Questa missione, inoltre, indica chiaramente il ruolo chiave dell'Europa e di Thales Alenia Space nel realizzare indagini scientifiche sul nostro Sistema solare" ha aggiunto.

Venere è il pianeta più vicino alla Terra e le loro caratteristiche sono simili in termini di dimensioni, campo di gravità e composizione complessiva e si trova ai margini della zona abitabile del Sistema Solare. Quando si sono formati, questi due pianeti erano senza dubbio simili ma, mentre la Terra offre un clima molto temperato, la temperatura superficiale su Venere supera ora i 460 ºC e la sua atmosfera, priva di acqua, è composta principalmente da anidride carbonica (96%), che fornisce una pressione atmosferica sulla superficie di 92 bar, quasi cento volte più densa rispetto a quella presente sulla Terra.

Gli scienziati sottolineano che l'elevata abbondanza di gas solforati corrosivi indica un alto livello di attività vulcanica. L'assenza di tettonica a placche e di campo magnetico interno rende Venere notevolmente diversa dal nostro pianeta. E una delle domande più intriganti nella scienza planetaria è perché il nostro vicino si è evoluto in modo così diverso e ha subito un cambiamento climatico così spettacolare e se il pianeta è ancora attivo oggi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli